Max Pezzali (e 883) - Analisi armonica di un successo

Tempo di lettura: 8 minuti

Il nostro Max nazionale è stato dal 1991 al 2004, anno in cui intraprende una carriera da solista, la voce degli 883.
Durante la sua "max" carriera ha pubblicato un totale di 19 album vendendone oltre 10 milioni di copie.

Se siete interessati alla carriera di Max Pezzali vi rimando a Wikipedia in quanto non sarà l'argomento di cui parleremo.

Quello che faremo in questo articolo sarà una semplice (e breve, per il bene dei lettori) analisi armonica dei successi di Max Pezzali (e degli 883) per capire la sua ricetta del successo.

Da amante dei supereroi e dell'ordine cronologico partiremo da "Hanno ucciso l'uomo ragno", album di debutto degli 883 che ha venduto 650 mila copie e ha fatto guadagnare al gruppo, oltre alla notorietà, vari premi tra cui il World Music Awards come miglior artista italiano e il premio rivelazione dell'anno a Vota la voce.

Indimenticabile la copertina in stile pop art dove compaiono di profilo Max Pezzali e Mauro Repetto.

La prima canzone che andremo analizzare sarà l'omonima dell'album.
Hanno ucciso l'uomo ragno.

Gli accordi che prendermo in considerazione potete trovarli qua.

Gli accordi utilizzati nel brano sono Am - F - G - C a cui si aggiunge un D alternato tra maggiore e minore.
Plot twist: hanno usato più accordi di quanti ne conosca Ligabue (joke).
Quello che possiamo subito notare è l'utilizzo di una progressione molto utilizzata IV, IV, V, I che in questo articolo identificheremo come "Pop chords".

Abbiamo attribuito il nome di "Pop chords" in quanto questa progressione, e altre che utilizzano gli stessi gradi con cadenza diversa, sono molto utilizzati nella musica pop e nelle così dette four chord songs.
Questo non esclude il loro ampio utilizzo in altri generi musicali come ad esempio nel Rock.
In questo articolo potete trovare maggiori informazioni sui pop chords.


I pop chords, come dicevamo prima, sono il I, IV, V, VI grado della scala di riferimento, in questo caso C maggiore. Essendo in C maggiore il I (C), IV (F) e V (G) grado sono triadi maggiori mentre il VI grado (A) è una triade minore.
Oltre ai classici "Pop chords" troviamo, nella strofa, il D una volta in maggiore e due volte in minore. Il II grado della nostra tonalità (C maggiore) è una triade minore, quindi non ci stupisce l'utilizzo del D minore all'interno della strofa.
Il D maggiore si differenzia dal corrispettivo minore solo per la sua caratteristica, la terza maggiore.
La differenza tra le due triadi è quindi rappresentata dal terzo grado il F che troviamo alterato, F#, nella triade maggiore, e naturale, F, nella triade minore.
Come sappiamo il F# non è presente nella scala di C maggiore (Ionico).

Cosa sono le dominanti secondarie?
Se volete approfondire l'argomento ho scritto un articolo che trovate qui, ma vediamo ora di descriverlo in breve.

Ogni nota all'interno del modo può essere considerata come una fondamentale.

Se quindi consideriamo il nostro G, oltre che come V grado di C, come grado fondamentale possiamo considerare il D come il suo V grado.

Per tornare alla nostra hit "hanno ucciso l'uomo ragno", possiamo pensare al D come al V grado di G. In armonia si identifica il D come il V/V ovvero il V grado del V grado (ricordiamo che G è il V grado di C).
Ecco quindi spiegato il nostro D come dominante secondaria.

Se vi interessano altre canzoni scritte usando i "Pop chords", ognuna con le sue caratteristiche, potete prendere in riferimento: Il gatto e la volpe - Edoardo Bennato, Destinazione Paradiso - Gianluca Grignani, A te - Jovanotti, La mia banda suona il rock - Ivano Fossati. Una canzone non italiana che potete prendere in riferimento invece è 1979 - Good Charlotte.

Apro una parentesi per quanto riguarda l'uso di questa famosa progressione.
Prendiamo in riferimento, per un attimo prima di tornare dal nostro Max nazionale, La mia banda suona il rock di Ivano Fossati. Gli accordi sono principalmente Am - G - Em - Am. 

Notiamo due cose: la mancanza del F e l'utilizzo del Em invece che del C maggiore (durante il bridge il nostro C maggiore torna, non state in pensiero).
Senza dilungarci molto la sostituzione tra il C maggiore e il Em si chiama sostituzione primaria che consiste di sostituire il nostro primo grado con il terzo (farò un articolo a riguardo, stay tuned). Ma in soldoni, perchè funziona?
Prendiamo l'accordo di settima maggiore di C: C-E-G -B e la triade di E minore: E-G-B.
Come potete notare la triade di Em non è altro che l'accordo di settima maggiore di C senza la sua fondamentale, ovvero il C stesso.
Non spaventatevi quindi se trovate qualche nota diversa!

Torniamo al nostro amato Max e cerchiamo di analizzare un'altra canzone tratta sempre dal primo album (hanno ucciso l'uomo ragno) per capire se ci sono delle costanti che gli hanno permesso di raggiungere il successo.

Con un deca

Gli accordi usati li trovate qui.

Durante la composizione di questo brano Max è stato colpito dalla Ligabue mania, infatti gli accordi principali del brano sono Em - C - G, troviamo nel ritornello anche il D.

La progressione della strofa ci fa capire che questa volta non siamo in tonalità di C.
Per capire in che tonalità siamo ci concentriamo sulla risoluzione che in questo caso è su G. Infatti il giro della strofa termina sempre sul G. Il Em è poi il VI di G, e il C il suo IV.
Anche la presenza del D è da tenere in considerazione.

Abbiamo quindi un VI (minore) che si muove verso un IV e un IV che si muove verso un I.
Andiamo a vedere le principali successioni armoniche abituali che ci interessano, ovvero il VI, IV, I e confrontiamole con questi tre accordi.

Le successioni armoniche che trovate all'interno dell'articolo non sono complete ma prendono in considerazione solo i casi che ci servono. Potete trovare in fondo all'articolo un link a un pdf con tutte le successioni armoniche abituali.
Preciso subito che la tavola delle successioni armoniche che usiamo è stata pubblicata da Walter Piston nel suo libro "Armonia". Potete trovare in fondo il link per comprarlo.

  • Il VI è seguito dal II o dal V, a volte dal III o dal IV...
  • Il IV è seguito dal V, a volte dal I o dal II

Notiamo che quindi le successioni presenti nella strofa sono tutte progressioni abituali.
Vediamo ora quelle presenti nel ritornello -> Em - D - C -  G .
Rispetto alla stronfa abbiamo mantenuto la successione C - G che sappiamo essere abituale, vediamo allora le altre due

  • Il VI è seguito dal II o dal V...
  • Il V è seguito dal I, a volte dal IV...

Notiamo che anche queste risultano essere tutte successioni armoniche abituali.

Qualche chiarimento

Avere successioni armoniche diverse da quelle abituali non è raro e non deve essere considerato come un "errore", tutt'altro, avremo modo di vederle in atto magari in un altro articolo.

Il D4 non è altro che la triade di D con aggiunta la sua 4 ovvero il G. Sul sito viene indicato di suonarlo come se fosse un accordo di sus (ovvero sospeso) che quindi sostituisce la terza dell'accordo (il F#) con la quarta (il G). L'accordo di sus4, non avendo più la terza, non ha più note al di fuori del nostro modo.

Potete cercare le altre canzoni del primo album qui o direttamente su google e provare a confrontarle con quelle analizzate.

Passiamo ora a uno dei più celebri brani degli 883
La regola dell'amico

Ricordiamoci, prima di tutto, che la regola dell'amico non sbaglia mai.
Questo brano appartiene all'album "La dura legge del goal" pubblicato nel 1997, cinque anni dopo il precendete album analizzato "Hanno ucciso l'uomo ragno".

Gli accordi li prendiamo da qui.

Avete aperto il link? Vi ricorda qualcosa?
Eh si, sono sempre i nostri "Pop chords".
Questa volta il brano è limitato al solo uso dei nostri quattro accordi, I, IV, V e VI con in aggiunta il Em, sempre sostituzione primaria del primo.

Vediamo di analizzare, come abbiamo fatto prima, la successione armonica e confrontiamola con quelle abituali.

In questa analisi consideriamo il Em come se fosse primo grado, quindi C-Em-F sarà considerata successione armonica dal primo (C) al quarto (F). Il Em è solo un abbellimento per quando riguarda l'armonia.

La progressione che vogliamo analizzare è solo quella del ritornello per non dilungarci troppo, potete comunque analizzare le strofe in autonomia, scriverò in fondo all'articolo tutte le successioni armoniche abituali.

Il ritornello: C - Am - F - G - F - Am
Abbiamo quindi le seguenti successioni armoniche:

  • dal I al VI
  • dal VI al IV
  • dal IV al V
  • dal V al IV
  • dal IV al VI

Andiamo ora a vedere le successioni armoniche abituali che ci interessano:

  • Il I grado è seguito dal IV o dal V, a volte dal VI ....
  • Il VI grado è seguito dal II o dal V, a volte dal III o dal IV ...
  • Il IV grado è seguito dal V ...
  • Il V grado è seguito dal I, a volte dal IV o dal ...
  • Il IV grado è seguito dal V, a volte dal I o dal II, meno sovente dal III o dal VI

Ci troviamo quindi sempre in una condizione abituale, fatta eccezione per l'ultima successione dal F al Am ovvero dal IV al VI in cui troviamo una situazione non abituale.

Proviamo ora ad analizzare un brano dal primo album da solista di Max

Lo strano percorso

Lo strano percorso fa parte del primo album da solista di Max Pezzali, "Il mondo insieme a te".
Questa canzone è anche considerata come la "miglior canzone per rimorchiare in spiaggia since 2004".
!!Attenzione!! -> se volete rimorchiare limitatevi a suonarla, lasciate l'analisi per quando sarete soli.

Gli accordi li prendiamo da qui.

Ed ecco che inspiegabilmente ci ritroviamo davanti le prime alterazioni e delle note mai viste prima, come il B. Non fatevi prendere dal panico, ma se avete bisogno di bere un bicchiere d'acqua andate pure.

Grazie al ripetuto F# possiamo dire che anche questo brano è in G.

Vediamo gli accordi principali: D - F#m - Bm - A - G.
In questo caso gli accordi di quarta (D, A) durante il ritornello sono prettamente di carattere melodico e non armonico.

Il nostro G è quindi la nostra fondamentale, il Bm è il terzo grado che quindi, in modo analogo del Em e del C, può essere considerato una sostituzione primaria della nostra fondamentale (G), il D è il V grado, ovvero la dominante.

Per quanto riguarda il A invece applichiamo lo stesso concetto di dominante secondaria che prima applicavamo al D. Anche in questo caso il A è il V grado del V grado (D).

Il nostro F#m invece riguarda un'altra sostituzione primaria, ovvero la sostituzione del V grado, che può essere sostituito dal VII.
Nella scala maggiore però, il VII è diminuito, mentre qui troviamo un settimo grado minore. Questo semplicemente per evitare la dissonanza che si crea con la triade diminuita.

Arriviamo ora all'ultimo brano che prenderemo in considerazione, il brano che tutte le persone si vorrebbero sentir dedicato

L'universo tranne noi

L'universo tranne noi è il primo singolo dell'album (raccolta) Max 20 uscito nel 2013.
Anche questo, come il precedente brano, ricopre un ruolo non indifferente, è infatti considerato il brano che richiede più insulina per essere ascoltato.

Veniamo al dunque però. Gli accordi li prendiamo da qui.

E anche questa volta.... vi ricorda qualcosa? Evviva i "Pop chords!!!!!".

Questo brano, dal punto di vista armonico, è pressochè uguale a tutti gli altri, quindi non ci dilungheremo in nessuno analisi, ma potete benissimo prendere le analisi già fatte sopra.

L'unica cosa da notare è la successione armonica predominante che si trova nel brano, ovvero C - G, dal I grado al V grado.
Come abbiamo visto precedentemente questa è una successione armonica abituale.

Conclusioni

Come abbiamo notato gli accordi più gettonati sono i "Pop Chords" quindi i I, IV, V e VI grado.
Le successioni armoniche sono sempre, o quasi, successioni armoniche abituali.
E' molto utilizzata per abbellimento la sostituzione primaria, in particolare tra il I e il III minore.
Troviamo nei brani anche l'uso di una dominante secondaria ovvero il V/V.

E' importante considerare che questa che abbiamo fatto è un'analisi armonica dal punto di vista classico.

Materiali aggiuntivi

Come avevo detto sopra lascio qua il link con la Tavola delle successioni armoniche abituali.
La tavola è stata pubblicata Walter Piston nelsuo libro Armonia di cui consiglio vivamente l'acquisto. Potete trovarlo qui.

Per qualsiasi dubbio, curiosità, suggerimenti, correzioni o per farmi sapere cosa ne pensate non esitate a commentare qua sotto!

GRANDE MAX! TI VOGLIAMO BENE!

Post Navigation

Articoli consigliati